[IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

Eclipsis

il 03/11/2017, 21:56

Eclipsis
Messaggi: 12.135
Iscritto il: 25/03/2009, 16:44
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce,
Immagine

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

MICROMIKE

il 04/11/2017, 18:59

MICROMIKE
Messaggi: 81.504
Iscritto il: 23/02/2011, 01:26
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce, facendola apparire florescente
Chi sa ridere è padrone del mondo Giacomo Leopardi

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

MICROMIKE

il 14/11/2017, 18:30

MICROMIKE
Messaggi: 81.504
Iscritto il: 23/02/2011, 01:26
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce, facendola apparire florescente in multicolori e
Chi sa ridere è padrone del mondo Giacomo Leopardi

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

MICROMIKE

il 14/11/2017, 18:31

MICROMIKE
Messaggi: 81.504
Iscritto il: 23/02/2011, 01:26
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce, facendola apparire florescente in multicolori e ritornò la scuola.
Chi sa ridere è padrone del mondo Giacomo Leopardi

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

jackoj

il 14/11/2017, 19:52

jackoj
Messaggi: 6.357
Iscritto il: 27/01/2014, 12:46
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce, facendola apparire florescente in multicolori e ritornò la scuola. Durante l'intervallo
Jackoj
Moderatore Vodafone Lab

Re: [IL LIBRO DEI LABBERS] - 2016 - 2017 edition ♣

MICROMIKE

il 15/11/2017, 19:39

MICROMIKE
Messaggi: 81.504
Iscritto il: 23/02/2011, 01:26
Stato: offline
I professori erano alle prese con le tracce della bici quadrata calcolando i requisiti necessari. I partecipanti invece, attendevano nei banchi i test paurosi. Il troppo studio portò uno stress davvero morboso che sfociò in febbre gialla del Nilo e del Tigre. Una bella birra ai 700 luppoli, 20 caramelle striate mi fecero concentrare. La penna scriveva lasciando un profumo intenso e celestiale. Finalmente la ricreazione, dopo tutto quello stress ultra galattico, un bel gelato alla frutta esotica segnava la fine di quel torrido arrovellante compito rompicapo.
Il sonno incombe, lo studio svaniva e le vacanze giungevano al termine, il momento era traumatico con umore nero striato antracite mi dirigevo verso una meta sconosciuta. Non mi accorsi che il tempo si fermò domenica, postai sul Lab ebbi una visione una bistecca cotta alla brace vulcanica servita da Venere. Mangiai divinamente ma iniziai a tossire, fino al soffocamento. Mi risvegliai contento con una birra rovesciata in testa, i capelli schiariti, profumati al luppolo .
I banchi vuoti addobbati di adesivi pasticciati, trasudavano inchiostro, i vapori acri ebbero effetti positivi sulle pupille arrossate.
Il giorno seguente una foto di Maddalena in rossoenero, in quanto snellisce, facendola apparire florescente in multicolori e ritornò la scuola. Durante l'intervallo una foto colorata
Chi sa ridere è padrone del mondo Giacomo Leopardi

I nostri forum

Statistiche della Community